MUD Modello Unico Dichiarazione Ambientale

E’ pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale) n. 52 del 2 marzo 2024, il Decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 26 gennaio 2024 recante l’approvazione del Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l’anno 2024, che sarà utilizzato per le dichiarazioni riferite all’anno 2023.

Il termine per la presentazione del modello è fissato in centoventi giorni a decorrere dalla data di pubblicazione e, quindi, al  1° luglio 2024.

 

Sintesi degli aggiornamenti

Le modifiche apportate al modello vigente si sono rese necessarie per consentire l’adeguamento a nuove disposizioni normative.

In particolare, per garantire ad ISPRA l’acquisizione delle necessarie informazioni per ottemperare agli obblighi di comunicazione alla Commissione europea in materia di rifiuti, si è reso necessario modificare il modello vigente al fine di:

- introdurre i dati provenienti dalla raccolta dei rifiuti di attrezzi da pesca secondo quanto previsto dalla Decisione esecuzione (UE) 2021/958;

- inserire le voci inerenti al quantitativo di rifiuti di attrezzi da pesca suddivisi per tipologia di materiale: plastica, metalli e gomma

- aggiornare le metodologie di calcolo contenute nella deliberazione ARERA 363/2021/R/RIF e nella determina ARERA n. 2 DRIF/2021;

- chiarire che, nel caso in cui la dichiarazione venga presentata da Consorzi, Comunità Montane, Unione dei comuni, ecc. dovrà essere compilato un solo modulo MDCR.

A tal fine, sono state implementate le seguenti sezioni:

          Comunicazione Rifiuti Urbani e raccolti in convenzione:

- Scheda RU con inserimenti delle voci inerenti al quantitativo di rifiuti di attrezzi da pesca suddivisi per tipologia di materiale: plastica, metalli e gomma;

-Scheda Costi di Gestione al fine di allineare il contenuto a quanto previsto dalle delibere ARERA 363/2021/R/RIF e alla Determina ARERA n. 2 DRIF/2021;

- Scheda Costi di Gestione MDCR è stato chiarito che, in caso in cui la dichiarazione venga presentata da Consorzi, Comunità Montane, Unione dei comuni, ecc. dovrà essere compilato un solo modulo MDCR complessivo per tutti i comuni appartenenti all’aggregazione, per ciascun rifiuto raccolto in modo differenziato;

        Sezione Comunicazione Imballaggi – sezione Consorzi è stata modificata al fine di rendere pienamente conforme quanto richiesto alle disposizioni contenute nella direttiva 2019/904/UE. Pertanto, sono state sostituite le parole “in Pet” con “per bevande” e aggiunta una voce specifica sul quantitativo relativo alle bottiglie in PET.

       Sezione STIP è stata modificata al fine di distinguere le informazioni relative alla sola quota di imballaggi per liquidi alimentari in PET da quelle afferenti a tutte le tipologie di imballaggi in plastica per liquidi alimentari.

 

In allegato:

Allegato 1   Istruzioni per la compilazione del Modello unico di dichiarazione ambientale

Allegato 2   Comunicazione rifiuti semplificata

Allegato 3   Modelli Raccolta dati

Allegato 4   Istruzioni per la presentazione telematica

 

 

 

PAGINA IN AGGIORNAMENTO

QUANDO PRESENTARE IL MUD 2023

 La scadenza per la presentazione della Dichiarazione MUD 2023 relativa ai dati dell'anno 2022 è il 8 luglio 2023.

COSA PRESENTARE 

Ogni dichiarante deve presentare un Modello unico di dichiarazione ambientale, contenente tutte le Comunicazioni dovute per unità locale del dichiarante, con le modalità sotto indicate:

 

CHI

COSA

COME

Produttori iniziali che, nella propria Unità Locale, producono non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali e conferiscono i rifiuti in Italia

Comunicazione Rifiuti Semplificata

oppure

Invio via PEC della modulistica generata dal sistema di compilazione 

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Altri produttori iniziali e nuovi produttori

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Gestori (ricuperatori, trasportatori, compresi i trasportatori di rifiuti da essi stessi prodotti, smaltitori)

Comunicazione rifiuti

Trasmissione telematica

Comunicazione Veicoli Fuori Uso (se dovuta)

Comunicazione Imballaggi - Sezione gestori rifiuti di imballaggio (se dovuta)

Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (se dovuta)

Intermediari o commercianti senza detenzione

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Consorzi e sistemi riconosciuti, istituiti per il recupero e riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti

Comunicazione Rifiuti

Trasmissione telematica

Conai o altri soggetti di cui all’art. 220, comma 2

Comunicazione imballaggi - Sezione Consorzi

Trasmissione telematica

Soggetti responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani

Comunicazione rifiuti urbani e raccolti in convenzione

-Trasmissione telematica

-Invio via PEC 

della modulistica generata dal sistema di compilazione

Produttori di Apparecchiature elettriche ed elettroniche e Sistemi collettivi di finanziamento

Comunicazione AEE

Trasmissione telematica

 

COME PRESENTARE IL MUD 2023

Comunicazione Rifiuti con trasmissione telematica

Unioncamere provvede a predisporre un prodotto software per la compilazione del MUD e la predisposizione del file da inviare telematicamente; il software per la compilazione del MUD e la documentazione tecnica per la definizione del formato di esportazione dei dati verranno diffusi gratuitamente dalle Camere di Commercio a chiunque ne faccia richiesta e saranno resi disponibili attraverso i seguenti siti Internet:

 

 Comunicazione Rifiuti Semplificata: invio tramite PEC

I produttori iniziali che, nella propria Unità Locale, producono non più di 7 rifiuti e, per ogni rifiuto, utilizzano non più di 3 trasportatori e 3 destinatari finali e conferiscono i rifiuti in Italia, possono presentare il MUD tramite la Comunicazione Rifiuti Semplificata (allegato 2 del D.P.C.M. del 3 febbraio 2023).

Il dichiarante dovrà seguire i seguenti passi:

1. Compilare la comunicazione inserendo i dati nel portale https://mudsemplificato.ecocerved.it ottenendo così il file in formato PDF stampabile della Comunicazione Rifiuti Semplificata,

2. Firmare con firma autografa la comunicazione MUD in formato documento cartaceo e trasformarla in un documento elettronico in formato PDF, necessario per l’invio a mezzo posta elettronica certificata.

3. Predisporre un unico file in formato PDF che dovrà contenere:

- La copia della Comunicazione Rifiuti semplificata firmata dal dichiarante,

- La copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,

- La copia del documento di identità del sottoscrittore.

4. Se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d’identità.

5. Trasmettere via PEC all’indirizzo comunicazionemud@pec.it il file in formato pdf ottenuto.

Ogni mail trasmessa via PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale del dichiarante.

 

N.B. Non è più possibile compilare manualmente la Comunicazione Rifiuti semplificata e non è più possibile trasmetterla cartacea

 

Comunicazione Rifiuti urbani assimilati e raccolti in convenzione: la presentazione deve avvenire esclusivamente tramite il sito www.mudcomuni.it

Comunicazione Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche

la presentazione deve avvenire esclusivamente tramite il portale dedicato, raggiungibile dal sito www.registroaee.it

Comunicazione imballaggi, Sezione Consorzi

la compilazione deve avvenire esclusivamente tramite il software MUD predisposto da Unioncamere e reso disponibile tramite i siti indicati nella nota introduttiva. La comunicazione viene trasmessa esclusivamente per via telematica tramite il sito www.mudtelematico.it

Comunicazione Rifiuti urbani e raccolti in convenzione:

I soggetti tenuti alla presentazione della Comunicazione Rifiuti urbani, devono compilare la comunicazione rifiuti urbani esclusivamente via telematica, tramite il sitowww.mudcomuni.it predisposto da Unioncamere.

I dichiaranti devono trasmettere la comunicazione alla Camera di commercio competente per territorio in due modalità: via PEC o via telematica.

  •  Spedizione telematica

      I dichiaranti possono trasmettere via telematica la dichiarazione prodotta all’interno del sito www.mudcomuni.it.

        A questo fine debbono essere in possesso di un dispositivo contenente il certificato di firma digitale valido al momento dell'invio, intestato al legale rappresentante o a soggetto da questi delegato.

  • Spedizione a mezzo PEC

 I soggetti che non dispongono di firma digitale o non sono in grado di effettuare on line il versamento del diritto di segreteria adempiono all’obbligo con la procedura di seguito descritta:

        1. Compilare la Comunicazione inserendo i dati nel portale www.mudcomuni.it;

        2. Stampare la Sezione Anagrafica prodotta automaticamente dalla procedura sul sito www.mudcomuni.it, che dovrà essere firmata dal legale rappresentante dell’impresa o suo delegato;

        3. Firmare con firma autografa la Sezione Anagrafica in formato documento cartaceo e trasformarla in un documento eIettronico in formato PDF, necessario per I’invio a mezzo posta eIettronica certificata.

4. Predisporre un unico file in formato PDF che dovrà contenere:

  • La copia della Sezione Anagrafica firmata dal dichiarante,

  • La copia dell’attestato di versamento dei diritti di segreteria alla CCIAA competente,

  • La copia del documento di identità del sottoscrittore

  • Se la comunicazione è firmata digitalmente, non è necessario inserire la copia del documento d’identità.

5. Trasmettere via PEC all’indirizzo unico comunicazionemud@pec.it il file in formato pdf ottenuto.

Ogni PEC dovrà contenere una sola comunicazione MUD e dovrà riportare nell’oggetto esclusivamente il codice fiscale dell’ente dichiarante.

La comunicazione effettuata con modalità diverse da quelle sopra indicate si considera inesatta.

Non è quindi ammessa la spedizione postale cartacea.

I diritti di segreteria sono pari a 10,00 € in caso di spedizione telematica e pari a 15,00 € in caso di spedizione tramite PEC

Per la trasmissione della Comunicazione Semplificata, il diritto di segreteria spettante alla Camera di commercio deve essere versato attraverso il circuito dei pagamenti elettronici della pubblica amministrazione, PagoPa.

Per la trasmissione Telematica il pagamento deve essere effettuato mediante l’utilizzo di sistemi di pagamento elettronici sicuri quali carta di credito o altri sistemi di pagamento messi a disposizione dalle Camere di commercio o attraverso il circuito dei pagamenti elettronici della pubblica amministrazione, PagoPa.

Non è dovuto il diritto per la presentazione della Comunicazione Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche.

Per approfondire si invita a scaricare l’allegato 1 Istruzioni per la compilazione del MUD.

 

 ATTENZIONE: Il MUD 2023, approvato con il D.P.C.M. del 3 febbraio 2023, va presentato entro il 08 LUGLIO 2023.

 

 

ATTENZIONE: PAGINA IN AGGIORNAMENTO

 QUALI SONO I SOGGETTI OBBLIGATI ALLA PRESENTAZIONE DELLA DICHIARAZIONE MUD 2022 (DATI 2021)

Il MUD 2022 (dati 2021) è articolato in Comunicazioni che devono essere presentate dai soggetti tenuti all’adempimento, che sono così individuati:

1. Comunicazione Rifiuti speciali

  • Chiunque effettua a titolo professionale attivitĂ  di raccolta e trasporto di rifiuti;

  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;

  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;

  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;

  • Imprese ed enti produttori che hanno piĂą di dieci dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti non pericolosi derivanti:

- da lavorazioni industriali (art. 184, comma 3, lettera c));

- da lavorazioni artigianali (art. 184, comma 3, lettera d))

- da attività di recupero e smaltimento di rifiuti, i fanghi prodotti dalla potabilizzazione e da altri trattamenti delle acque e dalla depurazione delle acque reflue, nonché i rifiuti da abbattimento dei fumi, dalle fosse settiche e dalle reti fognarie (art. 184, comma 3, lettera g));

  • i Consorzi e i sistemi riconosciuti, istituiti per il recupero e riciclaggio di particolari tipologie di rifiuti, ad esclusione dei Consorzi e sistemi istituiti per il recupero e riciclaggio dei rifiuti di imballaggio che sono tenuti alla compilazione della Comunicazione Imballaggi.

  • I gestori del servizio pubblico di raccolta, del circuito di raccolta di cui all’articolo 183 comma 1 lettera pp) del D.lgs. 152/2006, con riferimento ai rifiuti conferitigli dai produttori di rifiuti speciali, ai sensi dell’articolo 189, comma 4, del D.lgs. 152/2006.

Sono ESONERATI dall’obbligo di presentazione:

- Gli imprenditori agricoli di cui all’art. 2135 del codice civile con un volume di affari annuo non superiore a euro ottomila, le imprese che raccolgono e trasportano i propri rifiuti non pericolosi, di cui all’articolo 212, comma 8, del D.lgs. 152/2006, nonché per i soli rifiuti non pericolosi, le imprese e gli enti produttori iniziali che non hanno più di dieci dipendenti;

- le imprese e gli enti produttori di rifiuti non pericolosi di cui all’articolo 184, comma 3, diversi da quelli indicati alle lettere c), d) e g);

 Gli imprenditori agricoli di cui all'articolo 2135 del codice civile produttori iniziali di rifiuti pericolosi, nonché i soggetti esercenti attività ricadenti nell'ambito dei codici ATECO 96.02.01 (acconciatori e barbieri), 96.02.02 (istituti di bellezza) e 96.09.02 (tatuaggio e piercing) che producono rifiuti pericolosi, compresi quelli aventi codice EER 18.01.03*, relativi ad aghi, siringhe e oggetti taglienti usati, quando obbligati alla comunicazione MUD, possono adempiere, attraverso la conservazione progressiva per tre anni del formulario di identificazione o dei documenti sostitutivi previsti dall’articolo 193 del citato decreto legislativo, o del documento di conferimento rilasciato nell’ambito del circuito organizzato di raccolta di cui all’articolo183 del D.lgs.152/2006 e successive modificazioni.

2. Comunicazione Veicoli Fuori Uso

•Soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

3. Comunicazione Imballaggi

• Sezione Consorzi: CONAI o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c) del D.Lgs.  152/2006.

• Sezione gestori rifiuti di imballaggio: Impianti autorizzati a svolgere operazioni di recupero e smaltimento di rifiuti di imballaggio .

4. Comunicazione Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche

•Soggetti coinvolti nel ciclo di gestione dei RAEE rientranti nel campo di applicazione del D.lgs. 49/2014 e successive modificazioni.

5. Comunicazione Rifiuti Urbani, Assimilati e raccolti in convenzione

 •Soggetti responsabili del servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani per esempio Comuni, Comunità Montane, Unioni e Consorzi di Comuni o altri soggetti ai quali il Comune abbia affidato il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani e assimilati relativamente a tutte le operazioni di raccolta

6. Comunicazione Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

 •Produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche iscritti al Registro Nazionale e Sistemi Collettivi di Finanziamento.

 Per dettagli relativi a modulistica, software e modalità di compilazione della dichiarazione MUD 2022 (dati 2021) cliccare qui.

Per istruzioni sulle modalitĂ  di trasmissione, quanto e come pagare vedere le sezioni ISTRUZIONI e DIRITTI.

 

Per informazioni sul MUD 2024 (dati 2023) sono a disposizione i seguenti riferimenti:

 

Informazione

Note

Riferimento

Informazioni sulle modalitĂ  di consegna, reperimento documentazione e software, c.c.p. versamento diritti segreteria

Call Center con i seguenti orari di funzionamento

Lunedì

Matt. 09:00-13:00          Pom. 14:00-17:30    

Martedì

Matt.     09:00-13:00      Pom.     14:00-17:30

Mercoledì

Matt.     09:00-13:00      Pom.     14:00-17:30

Giovedì          

Matt.     09:00-13:00      Pom.     14:00-17:30

Venerdì          

Matt.     09:00-13:00      Pom.     14:00-16:00

 

Se il numero non è raggiungibile si attiva una segreteria telefonica e l’utente viene richiamato entro due giorni lavorativi

041 5349940

Informazioni sulle modalitĂ  di consegna, reperimento documentazione e software, c.c.p. versamento diritti di segreteria;informazioni sui soggetti obbligati

Ufficio Unico Ambiente delle C.C.I.A.A. del Veneto

ambiente@dl.camcom.it 

12/03/2024
Informazioni Utili  
top