Privacy

Stiamo aggiornando le nostre politiche e il nostro sistema di gestione dei dati personali per garantire i tuoi diritti in materia di privacy secondo le disposizioni del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati nella Unione Europea (GDPR).

La Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare è costantemente impegnata a garantirti trasparenza e sicurezza nelle modalità di trattamento dei tuoi dati. Le modifiche che stiamo apportando ci consentono di salvaguardare i tuoi dati e meglio tutelare la tua privacy.

Per esercitare i tuoi diritti puoi scrivere a privacy@dl.camcom.it


Marchi

MARCHIO NAZIONALE

Novità normativa in materia di marchi d’impresa

In attuazione alla Direttiva (UE) 2015/2436 del Parlamento europeo e del Consiglio, dal 23 marzo 2019 Decreto Legislativo 20.02.2019 n. 15, sono entrate in vigore alcune modifiche alle disposizioni contenute  nel D.lgs. 10 febbrai 2005 n. 30 del Codice della Proprietà Industriale.

Possono costituire oggetto di registrazione come marchio d'impresa tutti i segni suscettibili di essere rappresentati graficamente, in particolare le parole, compresi i nomi di persone, i disegni, le lettere, le cifre, i suoni, la forma del prodotto o della confezione di esso, le combinazioni o le tonalità cromatiche, purché siano atti a distinguere i prodotti o i servizi di un'impresa da quelli di altre imprese. 

Caratteri distintivi del marchio

Novità: un marchio non deve essere composto da un segno già noto o di uso comune nel linguaggio corrente o negli usi commerciali, non deve essere identico a un marchio di prodotti o servizi già messi in commercio sia a livello figurativo che a livello verbale

Capacità distintiva : non può essere oggetto di deposito marchio un segno privo di carattere distintivo, costituito da denominazioni generiche di prodotti o servizi

Liceità : non può essere depositato un marchio costituito da un segno contrario alla legge o all’ordine pubblico o al buon costume, un segno idoneo a ingannare il pubblico e un segno il cui uso violerebbe l’altrui diritto d’autore, di proprietà industriale o altro diritto esclusivo di terzi

In dettaglio i marchi si suddividono in: 

Marchio denominativo: Un marchio denominativo è composto esclusivamente da parole, e pertanto solo da testo privo di particolari elementi grafici. 

Marchio figurativo: Il marchio figurativo tutela una determinata immagine o un logo anche assieme ad una scritta. 

Se di un marchio si chiede la registrazione della parte verbale si effettuerà un deposito per marchio denominativo (D); se si registra la parte grafica ( un logo, un disegno) anche assieme ad una scritta con una grafica particolare (marchio figurativo misto) si effettuerà un deposito per marchio figurativo (F).

Durata del marchio

La registrazione dura 10 anni a partire dalla data di deposito della domanda e può essere rinnovata per ulteriori periodi di 10 anni.

Titolarietà del marchio

Il richiedente di un marchio può essere una persona fisica, un’impresa o anche un’Amministrazione dello Stato o degli Enti locali. Si ricorda comunque che il mancato utilizzo del marchio, anche tramite la licenza d’uso, per un periodo ininterrotto di cinque anni è causa di decadenza.

 

DOMANDA PRIMO DEPOSITO MARCHIO

 

Presentare allo sportello:

  • MODULO firmato dal richiedente, il deposito può essere effettuato anche da persona diversa dal richiedente che firmerà il documento quale depositante;
  • Esemplare del marchio: si ricorda di allegare, oltre al marchio applicato sulla domanda, un altro esemplare del marchio su foglio A4;
  • Ricevuta del pagamento su conto corrente postale dei diritti di segreteria C.C.I.A.A. di Venezia Rovigo e una marca da bollo;
  • L’Ufficio richiede al fine di velocizzare le procedure di rilascio della domanda di registrazione, l’inserimento dei prodotti e servizi relativi alla classificazione di Nizza in una chiavetta USB. Si evidenza che comunque dovranno inserire l’elenco dei prodotti e servizi anche nel modulo previsto per la domanda di marchio. 
  • In caso di rinnovo marchio con limitazione delle classi, oltre alla presentazione modulo MA-RI-RI allegare istanza di rinnovo marchio con limitazione di classi, per ulteriori informazioni consultare la sezione "allegati".
 
Si precisa che per i depositi in formato cartaceo è sufficiente presentare n. 1 originale della Modulistica, mentre NON sono necessarie le ulteriori n. 2 copie previste nelle istruzioni del sito dell’UIBM.
 
Orari di apertura al pubblico: Dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (orario nazionale unificato, in conformità a quanto disposto dal DM 25/09/1972).
 

Compilazioni delle classi:

Nella compilazione del MODULO MARCHIO (MA-RI) obbligatorio inserire almeno una classe da individuare all’interno della Classificazione di Nizza dei prodotti e dei servizi.

Il deposito di marchio Italiano dovrà contenere l’elencazione analitica dei beni e servizi che si intendono proteggere preceduti dal numero della classe. Il titolo della classe coprirà soltanto il significato letterale dei termini utilizzati e non sarà più ammessa la frase standard per l’indicazione del depositante di proteggere tutti i prodotti/servizi della lista alfabetica di quella classe.

Al fine di identificare al meglio la classe di appartenenza di un determinato prodotto/servizio sono disponibili le seguenti banche dati:

- MGS – Madrid Goods and Services Manager a cura dell’OMPI

TMClass a cura di EUIPO  

Attenzione:

-Le classi sono differenti della classificazione commerciale ATECO.

-La tutela è limitata alle classi per cui si fa richiesta e non è possibile ampliare la tutela dopo il deposito della domanda. 

 

DOMANDA DI RINNOVO MARCHIO

 

La domanda di rinnovazione del marchio deve essere fatta dal titolare del marchio. 

Il rinnovo di un marchio deve essere effettuato entro la scadenza del decimo anno, intesa come ultimo giorno del mese di deposito. Trascorso tale periodo, la domanda di rinnovazione può essere presentata nei sei mesi successivi al mese di scadenza con l'applicazione di una soprattassa di € 34,00. 

Il marchio deve essere identico a quello che si rinnova. Non si possono apportare modifiche: non si può cambiare la grafica e non si possono aumentare le classi.

 

 

 

DIRITTI DI SEGRETERIA CCIAA

  

40,00

Deposito cartaceo 

3,00

Per copia autentica (eventuale su richiesta)

Il pagamento dei diritti di segretaria camerali per gli importi sopra indicati deve essere effettuato sul conto corrente postale n. 13405303 intestato a CCIAA  di  Venezia Rovigo indicando nella causale il tipo di deposito effettuato e il codice 011.

 

TASSA CONCESSIONE GOVERNATIVA

  Marchio Individuale

101,00                    

tassa di registrazione per un primo deposito comprensiva di una classe  

34,00

per ogni classe aggiuntiva 

67,00

rinnovazione per una sola classe 

34,00

per ogni classe aggiuntiva 

34,00

per il ritardo della rinnovazione (entro il semestre) 

 

TASSA CONCESSIONE GOVENATIVA                    

   Marchio Collettivo e di Certificazione                     

337,00                                                                            

domanda di primo deposito marchio collettivo/certificazione (per uno o più classi)

202,00

domanda di rinnovazione di marchio colletivo/certificazione (per uno o più classi)

 

La Tassa di Concessone Governativa dovrà essere effettuato esclusivamente con modulo F24 che sarà consegnato dall’Ufficio marchi e brevetti al momento del deposito. Nota bene: la data di deposito della domanda decorrerà a partire dalla data del pagamento effettuato con F24.

Imposta di bollo di 16 € cartaceo, se richiesta copia conforme del deposito cartaceo ulteriore marca da bollo.

Esonero dal pagamento delle Tasse di CC.GG. e dei bolli

Sono esonerati dal pagamento delle tasse di CC.GG. e dall'imposta di bollo, relativamente alle domande di marchio:

  • ONLUS - Organizzazioni non lucrative di utilità sociale, così come definite dal dlgs. n. 460/1997, art. 10, iscritte, ai sensi dell'art. 11 dello stesso decreto,  nell'anagrafe delle Onlus, tenuta dal Ministero delle Finanze - Agenzia Regionale delle Entrate.
  • Federazioni Sportive ed Enti di promozione sportiva riconosciute dal CONI, oltre a società ed associazioni sportive dilettantistiche.
  • Sono equiparate alle Onlus, e quindi rientrano nel regime di esenzione, le Associazioni di Volontariato e le Cooperative sociali, che siano iscritte nell'apposito registro tenuto dalla Regione.

 

 

 

 

La disciplina giuridica nazionale in materia di brevetti marchi è oggi prevalentemente contenuta nel Codice della Proprietà Industriale (d.lgs. 10 febbraio 2005, n. 30), che individua (art. 2 comma 1 d.lgs. n. 30/2005) quali strumenti tipici per la costituzione del diritto di proprietà industriale:

La registrazione (art. 2 comma 3 d.lgs. n. 30/2005) può avere ad oggetto:

  • marchi
  • disegni e modelli
  • topografie di prodotti a semiconduttori

 La brevettazione (art. 2 comma 2 d.lgs. n. 30/2005) può avere ad oggetto invenzioni:

  • invenzioni
  • modelli di utilità
  • nuove varietà vegetali

 Altri riferimenti normativi in materia sono costituiti da:

  • Regolamento di attuazione del Codice della proprietà industriale decreto 13 gennaio 2010, n. 33;
  • D. lgs. n. 131 del 13 agosto 2010

Moduli ministeriali (sito esterno www.uibm.gov.it)

Selezionare i nuovi Moduli obbligatori dal 05/02/2018 nella sezione allegati:

- MODULO PRIMO DEPOSITO MARCHIO (MA-RI) per richiedente 

MODULO CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI  per UIBM (primo deposito)

- MODULO  RINNOVO MARCHIO (MA-RI-RI) per richiedente

MODULO CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI per UIBM (rinnovo)

 Informativa Privacy

(I moduli devono essere compilato a computer)

Correzione preventiva delle domande prima del deposito:

Prima di depositare il modulo cartaceo della domanda all'ufficio tutela proprietà industriale della Camera di Commercio Venezia Rovigo, si prega di inviare via mail la modulistica compilata, in modo che l'ufficio possa procedere alla verifica della corretta compilazione e ad eventuali correzioni formali, al fine di evitare errori o imprecisioni nelle domande che verranno depositate.

Inviare la documentazione a brevetti@dl.camcom.it  e inserire un numero di telefono per eventuali comunicazioni.

Successivamente alla restituzione al richiedente (via email) della modulistica sistemata formalmente, si prega di contattare l'ufficio per concordare un appuntamento per il deposito .

  • Fac-simile

Ultimo Aggiornamento: 19/11/2019
In Evidenza
Bandi per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale e trasferimento tecnologico

 

Marchi+3

riapertura dei termini per l’attribuzione del protocollo online Programma di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi dell’unione europea e internazionali.

Il Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, con l’avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 281 del 03 dicembre 2018 ha rifinanziato il programma di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi dell'Unione europea ed internazionali («Bando Marchi+3»).

In considerazione dell'esaurimento delle risorse inizialmente stanziate, il MISE, ha provveduto, con l'avviso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.62 del 14 marzo 2019, a sospendere l’acquisizione del protocollo online preordinato alla presentazione delle domande di agevolazione.

Si rende noto che, sulla base di quanto sopra esposto, il MiSE ha incrementato la dotazione finanziaria di euro 6.027.640,02 (seimilioniventisettemilaseicentoquaranta/02). portandola a euro 9.544.385,94 (novemilionicinquecentoquarantaquattromilatrecentottantacinque/94).

Si ritiene pertanto opportuno fornire alle imprese interessate le indicazioni di seguito riportate al fine di rendere operative le disposizioni previste dal predetto Bando a seguito dell’incremento della dotazione finanziaria:

  1. per le domande di agevolazione presentate a valere sul Bando «Marchi+3» per le quali alla data del 14 marzo 2019, data di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana (n. 62) dell'avviso di sospensione del bando, è stato attribuito il numero di protocollo on line e che non trovano copertura finanziaria con le risorse originariamente stanziate per il suddetto bando, viene avviata l’attività istruttoria di cui al punto 9 del bando medesimo;
  2. ai fini della corrispondenza e dell'invio della documentazione resta valida la casella PEC marchipiu3@legalmail.it;
  3. per tutto quanto non previsto dal presente avviso si rinvia alle disposizioni contenute nel citato Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per favorire la registrazione di marchi dell'Unione Europea e internazionali («Marchi+3»).

Si rende noto, inoltre, che con riferimento allo stesso Bando «Marchi+3» si procederà con la riapertura dei termini per l’attribuzione del numero di protocollo. Il form on line sarà disponibile sul sito www.marchipiu3.it a partire dalle ore 9:00 del 30 marzo 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Leggi la versione integrale del Bando e la relativa documentazione per la presentazione delle domande.

 

Brevetti +

Bando per la concessione di agevolazioni alle imprese per la valorizzazione economica dei brevetti

Il Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi ha affidato all'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. - INVITALIA, il compito di realizzare un intervento agevolativo in favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione economica dei brevetti, denominata  Brevetti +.

Tale intervento mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei brevetti sui mercati nazionale e internazionale.

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici relativi a:

  1. Industrializzazione e ingegnerizzazione
  2. Organizzazione e sviluppo
  3. Trasferimento tecnologico

È prevista la concessione di un’agevolazione in conto capitale, nel rispetto della regola del de minimis, del valore massimo di € 140.000 (centoquarantamila/00).

Le risorse disponibili per l’attuazione della misura ammontano complessivamente a € 21,8 milioni di euro (ventunomilioniottocentomila/00).

I beneficiari possono essere micro, piccole e medie imprese, comprese le start up innovative, cui è riservato il 15% delle risorse stanziate.

Le domande possono essere presentate a partire dalle ore 12:00 del 30 Gennaio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Leggi la versione integrale del bando e la relativa documentazione per la presentazione delle domande.

 

Disegni+4

Il Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi ha affidato all'Unioncamere il compito di realizzare un intervento agevolativo in favore di micro, piccole e medie imprese per la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale.

Tale intervento, denominato DISEGNI+4, mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione e lo sfruttamento economico dei disegni/modelli industriali sui mercati nazionale e internazionale.

Le agevolazioni sono finalizzate all’acquisto di servizi specialistici esterni per favorire:

  • la messa in produzione di nuovi prodotti correlati ad un disegno/modello registrato (Fase 1 - Produzione)
  • la commercializzazione di un disegno/modello registrato (Fase 2 – Commercializzazione).

L’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla valorizzazione di disegni e modelli singoli o multipli registrati a decorrere dall’1 gennaio 2018.

Le risorse disponibili per l’attuazione della misura ammontano complessivamente a € 13.000.000,00 (tredicimilioni/00).

Ai fini della presentazione delle domande di agevolazione, il form on line per l’attribuzione del numero di protocollo sarà disponibile sul sito www.disegnipiu4.it a partire dalle ore 9:00 del 27 febbraio 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Leggi la versione integrale del bando e la relativa documentazione per la presentazione delle domande. 

 

VOUCER 3I

Voucher 3I – Investire In Innovazione previsto nel Decreto Crescita, che ha l’obiettivo di sostenere le start up innovative nel percorso di brevettabilità e di valorizzazione dei loro investimenti tecnologici e digitali. Per la misura sono disponibili risorse finanziarie pari a 6,5 milioni di euro per ciascun anno del triennio 2019-2021.

Nel decreto sono stabiliti sia i servizi che potranno essere acquisiti dalle imprese interessate sia gli importi concessi tramite il Voucher 3I:

  • 2.000 euro per i servizi di consulenza relativi alle ricerche di anteriorità preventive e alla verifica della brevettabilità dell’invenzione;
  • 4.000 euro per i servizi di consulenza relativi alla stesura della domanda di brevetto e di deposito presso l’UIBM;
  • 6.000 euro per i servizi di consulenza relativi al deposito all’estero della domanda nazionale di brevetto.

Il Voucher 3I può essere fornito esclusivamente per l’acquisizione di servizi prestati dai consulenti in proprietà industriale iscritti all’Ordine dei consulenti in proprietà industriale e da avvocati iscritti al Consiglio nazionale forense.

I termini e le modalità operative per la presentazione delle domande, gestite da Invitalia, saranno definite con un successo provvedimento ministeriale.

E’ stato inoltre pubblicato in Gazzetta Ufficiale anche un altro decreto attuativo del Decreto Crescita che introduce un nuovo strumento nel percorso di brevettabilità, consentendo a chi abbia presentato una domanda internazionale di brevetto di avvalersi della procedura di esame e concessione presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi.

Per maggiori informazioni

 

BANDO POC

Bando per la realizzazione di programmi di valorizzazione dei brevetti tramite il finanziamento di progetti di proof of concept (poc) delle università italiane, degli enti pubblici di ricerca (epr) italiani e degli istituti di ricovero e cura a carattere.

Al fine di sostenere la competitività delle imprese attraverso la valorizzazione dei titoli di proprietà industriale il Ministero dello sviluppo economico,  Direzione Generale per la tutela della proprietà industriale-Ufficio italiano brevetti e marchi) intende sostenere un percorso di innalzamento del livello di maturità delle invenzioni brevettate dai soggetti appartenenti al mondo della ricerca affinché possano diventare oggetto di azioni di sviluppo anche, e soprattutto, da parte del sistema imprenditoriale, attraverso uno specifico bando.

Per l’attuazione del bando la Direzione generale si avvale del Soggetto gestore Agenzia Nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. – Invitalia, attraverso apposita convenzione stipulata tra le parti in data 25 settembre 2019.

Le risorse complessive a disposizione ammontano ad euro 5.300.000,00 (cinquemilionitrecentomila/00).

I programmi di valorizzazione potranno essere presentati a dal 13 gennaio 2020 ed entro e non oltre il 27 febbraio 2020.

Leggi la versione integrale del bando contenente tutte le informazioni, ivi comprese quelle relative alla presentazione dei progetti, alle modalità di accesso, all'importo del finanziamento e alle relative modalità di erogazione.

 

l’Ufficio riceve solo ed esclusivamente su appuntamento

Sede di Mestre Venezia: telefonando 041/ 25 76 643 oppure all’indirizzo brevetti@dl.camcom.it

Sede di Rovigo: telefonando  0425/426429 oppure all’indirizzo brevetti@dl.camcom.it

Modifica alla disciplina marchi collettivi

L’entrata in vigore del Decreto Legislativo 20.02.2019 n. 15 di attuazione della direttiva europea (UE) 2015/2436, in vigore dal 23 marzo 2019, modifica la normativa sui marchi d’impresa contenuta nel Codice della Proprietà Industriale (D.Lgs. 10.02.2005 n. 30).

 

Attenzione alle truffe marchi e brevetti

Si rende noto che stanno circolando delle richieste da parte di alcune società commerciali che offrono ai titolari di marchi e brevetti la pubblicazione dei titoli brevettuali su siti internet o su banche dati virtuali consultabili on-line, previo pagamento di somme di denaro.

Informazioni & Chat
top