Privacy

Stiamo aggiornando le nostre politiche e il nostro sistema di gestione dei dati personali per garantire i tuoi diritti in materia di privacy secondo le disposizioni del nuovo Regolamento generale sulla protezione dei dati nella Unione Europea (GDPR).

La Camera di Commercio di Venezia Rovigo Delta Lagunare è costantemente impegnata a garantirti trasparenza e sicurezza nelle modalità di trattamento dei tuoi dati. Le modifiche che stiamo apportando ci consentono di salvaguardare i tuoi dati e meglio tutelare la tua privacy.

Per esercitare i tuoi diritti puoi scrivere a privacy@dl.camcom.it


Titolari Gas - Acqua e Calore - Contatori Energia Elettrica Attiva

Secondo la definizione data dal decreto 21 aprile 2017, n. 93 il "titolare dello strumento" è la persona fisica o giuridica titolare della proprieta' dello strumento di misura o che, ad altro titolo, ha la responsabilita' dell'attivita' di misura.

QUALI SONO GLI OBBLIGHI DEI TITOLARI

La prima cosa da ricordare è di richiedere la verifica periodica con le tempistiche previste dal DM 93/2017:

  • art. 4 c. 8 - Il titolare dello strumento di misura richiede una nuova verificazione periodica almeno cinque giorni lavorativi prima della scadenza della precedente;
  • art. 4 c. 8 - Il titolare dello strumento di misura richiede una nuova verificazione periodica entro dieci giorni lavorativi dall'avvenuta riparazione dei propri strumenti se tale riparazione ha comportato la rimozione di etichette o di ogni altro sigillo anche di tipo elettronico;
  • art. 5 c. 5 - in caso di ordine di aggiustamento emesso dall'Ufficio Metrico ai sensi dell'art. 5 c. 5, lo strumento andrà sottoposto a nuova verificazione periodica entro trenta giorni.

Inoltre, l'art. 8 del DM 93/2017 elenca gli obblighi dei titolari degli strumenti di misura soggetti all'obbligo della verificazione periodica: 
a) comunicano entro 30 giorni alla Camera di Commercio della circoscrizione in cui lo strumento è in servizio la data di inizio dell'utilizzo degli strumenti e quella di fine dell'utilizzo e gli altri elementi di cui all'articolo 9, comma 2; 
b) mantengono l'integrità del contrassegno apposto in sede di verificazione periodica, nonché di ogni altro marchio, sigillo,anche di tipo elettronico, o elemento di protezione; 
c) curano l'integrità dei sigilli provvisori applicati dal riparatore; 
d) conservano il libretto metrologico e l'eventuale ulteriore documentazione prescritta; 
e) curano il corretto funzionamento dei loro strumenti e non li utilizzano quando sono palesemente difettosi o inaffidabili dal punto di vista metrologico.

Nota sul punto a): Per i titolari di strumenti di misura già soggetti ai predetti obblighi ai sensi dei Decreti ministeriali attuativi della normativa MID n. 75/2012 (contatori di gas e dispositivi di conversione del volume MI002), n. 155/2013 (contatori di acqua MI001 e contatori di calore MI004) e n. 60/2015 (contatori di energia elettrica attiva MI003) si conferma l'utilizzo in continuità delle pratiche telematiche già disponibili in ambiente WebTelemaco e raggiungibili al seguente percorso:
https://webtelemaco.infocamere.it > servizi e-gov > servizio metrico

Per i titolari di strumenti di misura soggetti ad omologazione nazionale o CE/CEE appartenenti alle medesime tipologie di cui al precedente capoverso e per i quali gli adempimenti in oggetto sono stati introdotti dal D.M. 93/2017, si informa che le relative pratiche telematiche sono disponibili nello stesso ambiente WebTelemaco.

Nel caso di titolari di utility meters, si fa presente che l'utilizzo della pratica WebTelemaco - da indirizzare allo sportello e-gov della Camera di commercio della circoscrizione in cui il titolare ha sede legale - consente di assolvere all'obbligo di comunicazione di cui all'art. 8, co. 1, lett. a) in quanto il sistema informativo provvede automaticamente al re-indirizzamento delle pratiche verso le Camere competenti per ubicazione territoriale di ciascuno strumento comunicato.

Per l'abilitazione al servizio e per maggiori dettagli tecnici relativi all'utilizzo e alle funzionalità della pratica telematica InfoCamere si rinvia ai contatti di assistenza e alle guide operative reperibili nella sezione informativa dedicata del sito WebTelemaco, raggiungibile al seguente percorso: https://webtelemaco.infocamere.it > servizi e-gov > servizio metrico > info

CHI ESEGUE LA VERIFICA PERIODICA?

La verificazione periodica degli strumenti metrici è effettuata da Organismi di verifica privati abilitati da Unioncamere, accreditati in conformità alla UNI CEI EN ISO/IEC 17020, 17025 o 17065 (art. 4 del Decreto 21 aprile 2017, n. 93).

Gli Organismi di verifica possono eseguire le verifiche periodiche su tutto il territorio nazionale, secondo le procedure e con le modalità prescritte.

Il Decreto-legge 30/4/2019, n. 34, in vigore dall’1/5/2019, all’art. 42 ha disposto la riapertura del periodo transitorio di cui all’art. 18, co. 2 del D.M. 21/04/2017, n. 93, fino al 30 giugno 2020 per i Laboratori e Organismi già abilitati ai sensi dei provvedimenti abrogati dall’art. 17 del DM 93/2017 che dimostrino di aver avviato l’iter di accreditamento previsto dalla normativa vigente tramite l’avvenuta accettazione formale della relativa offerta economica.

Si ricorda che ove non vi abbia già provveduto il fabbricante, l'Organismo che esegue per la prima volta la verificazione periodica dota i Titolari degli strumenti, senza onere per il titolare degli stessi, di un libretto metrologico, anche su supporto informatico contenente le informazioni di cui all'allegato V del DM 93/2017. 

PERIODICITÀ DELLA VERIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI DI MISURA IN SERVIZIO

TIPO DI STRUMENTOPERIODICITÀ DELLA VERIFICAZIONE DEGLI STRUMENTI DI MISURA IN SERVIZIO
(ALL. IV DM 93/2017)
CONTATORI DELL'ACQUA
  • Meccanici con portata permanente (Q3) fino a 16 m3/h compresi: 10 anni
  • Statici e venturimetrici con portata permanente (Q3) maggiore di 16 m3/h: 13 anni
CONTATORI DEL GAS
  • A pareti deformabili: 16 anni
  • A turbina e rotoidi: 10 anni
  • Altre tecnologie: 8 anni
DISPOSITIVI DI CONVERSIONE DEL VOLUME
  • Sensori di pressione e temperatura sostituibili: 2 anni
  • Sensori di pressione e temperatura parti integranti: 4 anni
  • Approvati insieme ai contatori: 8 anni
CONTATORI DI ENERGIA ELETTRICA ATTIVA
  • Elettromeccanici: 18 anni
  • Statici:
    - bassa tensione (BT - fra 50V e 1000V di classe di precisione A, B o C: 15 anni
    - media e alta tensione (MT - AT > 1000V): 10 anni
CONTATORI DI CALORE

  • portata Qp fino a 3 m³/h:
    - con sensore di flusso meccanico: 6 anni
    - con sensore di flusso statico: 9 anni
  • portata Qp superiore a 3 m³/h:
    - con sensore di flusso meccanico: 5 anni
    - con sensore di flusso statico: 8 anni

Ai fini della formazione dell'elenco dei titolari dei contatori del gas e dei dispositivi di conversione, i titolari inviano l’elenco degli strumenti verificati, messi in servizio o dismessi, utilizzando il programma Web Telemaco.

La modalità telematica individuata da Unioncamere per gli adempimenti di comunicazione telematica è il sistema informativo delle Camere di Commercio dedicato alla metrologia legale, cui si accede utilizzando la piattaforma WebTelemaco, raggiungibile al seguente indirizzo: webtelemaco.infocamere.it > servizi e-gov > servizio metrico.

Per maggiori informazioni sull’attivazione del contratto Telemaco e abilitazione al servizio si consiglia di consultare la QuickReference consultabile nella sezione "Norme/Documenti".

In alternativa, si può utilizzare il file predisposto da UnionCamere (scaricabile nella sezione Norme/Documenti) che dovrà essere compilato correttamente e inviato alla mail metrico@dl.camcom.it

In caso di informazioni incomplete o di errata compilazione, il file sarà rispedito al mittente con richiesta di un nuovo invio del file corretto.

Ultimo Aggiornamento: 21/08/2019
Informazioni & Chat
top